Sistema Organizzativo

SISTEMA ORGANIZZATIVO DELL’ISTITUTO

L’evoluzione della normativa italiana a partire dagli anni ’90 del secolo passato ha introdotto in modo sistematico alcune rilevanti innovazioni nel funzionamento della pubblica amministrazione, compresa la scuola pubblica.

Parole chiave per descrivere queste innovazioni sono trasparenza e responsabilità verso l’utente.

Per lo specifico ambito dell’istruzione il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 7 giugno 1995 introduce l’obbligo di adottare la Carta dei servizi scolastici, sulla base di uno schema generale di riferimento che prevede i seguenti punti:

  • una premessa sui principi fondamentali (uguaglianza, imparzialità e regolarità, accoglienza e  integrazione, diritto di scelta, obbligo scolastico e frequenza, partecipazione, efficienza, trasparenza, libertà di insegnamento ed aggiornamento del personale);
  • un’area didattica, in cui vengono sottolineati l’attenzione costante ai bisogni dell’utenza e la programmazione delle attività, a diversa scala, come condizione di trasparenza e di valutazione di efficacia;
  • un’area amministrativa, in cui vengono mappate le attività, i relativi standard di prestazione e le connesse responsabilità;
  • un’area relativa alle condizioni logistiche che la scuola è in grado di garantire;
  • un’area che esplicita modalità di gestione dei reclami e procedure di autovalutazione. 

L’Istituto Erasmo da Rotterdam ha dato seguito a queste prescrizioni normative elaborando la propria Carta dei servizi scolastici.

Tenuto conto dell’ulteriore coerente evoluzione delle norme statali e delle priorità strategiche definite autonomamente gli organi collegiali competenti (Collegio Docenti e Consiglio di Istituto) hanno deliberato, nell’anno scolastico 2003/2004, di non limitarsi a soddisfare l’adempimento richiesto e di intraprendere un percorso più complessivo di revisione della struttura organizzativa, avendo come riferimento la norma ISO 9001/2000 e come obiettivo la certificazione rispetto ai requisiti posti da tale norma.

Questo nella consapevolezza della necessità e possibilità di progettare un Sistema di Gestione della Qualità rispettoso di alcune specificità dell’organizzazione scolastica:

  • essere, come affermato da K.E. Weick, un sistema a “legame debole”, in particolare in ragione del proprio pluralismo di centri decisionali normativamente tutelato; non potere essere quindi “razionalizzata” come organizzazione piramidale, mentre resta aperta la possibilità di rendere trasparenti e efficaci le necessarie negoziazioni tra centri decisionali concorrenti;
  • avere al centro un processo, la relazione insegnamento-apprendimento, che per la sua natura di costruzione di significati e di competenze a partire dall’interazione di individui unici e irripetibili non può essere ricondotto a standard e quindi procedurato se non, anche qui, nelle garanzie di trasparenza e di disponibilità alla negoziazione;
  • essere caratterizzata da altri processi, anche contigui a quello appena individuato, che sono invece riconducibili a standard e quindi procedurabili.

Nell’anno 2006 l’Istituto, dopo una fase di analisi e revisione dei propri processi organizzativi, ha ottenuto la certificazione di qualità in conformità alla norma ISO 9001; certificazione che ha confermato fino al termine dell’anno scolastico 2011/12, quando gli organi collegiali competenti, Collegio Docenti e Consiglio di Istituto, hanno discusso e condiviso la scelta di non dare seguito al suo mantenimento.

Pur ribadendo la convinzione che il percorso seguito per ottenere la certificazione avesse determinato un indubbio miglioramento dell’assetto organizzativo, si è ritenuto che questo dovesse e potesse essere mantenuto e ulteriormente migliorato autonomamente, eliminando quegli investimenti di energie e risorse funzionali a corrispondere ai requisiti della norma ISO 9001 ma non alla specificità di una istituzione scolastica.

Il sistema organizzativo (procedure, istruzioni, individuazione competenze, modulistica) che l’Istituto continua ad utilizzare è il prodotto di questa scelta e ha come riferimenti:

  • l’identificazione, nell’organizzazione complessiva dell’istituzione scolastica, di alcuni processi, intesi come “insiemi di attività correlate o interagenti che trasformano elementi in  ingresso in elementi in uscita”;
  • l’esclusione intenzionale di quegli ambiti di attività ritenuti non standardizzabili e non procedurabili (a partire dal processo di insegnamento/apprendimento);
  • la decisione di mantenere l’unitarietà di alcuni processi di maggiore complessità, per evidenziare la forte correlazione funzionale tra le attività in essi ricomprese: si è però scelto in questi casi di evidenziare, per maggiore efficacia, una ripartizione in sottoprocessi.

I processi individuati e la correlata documentazione sono esplicitati nel prospetto seguente:

SISTEMA ORGANIZZATIVO DEL LICEO “ERASMO DA ROTTERDAM”

PROCESSI

PROCEDURE/ISTRUZIONI

  1. Gestione attrezzature e spazi

Procedura gestione attrezzature e spazi

  1. Gestione del personale

Procedura gestione personale

  1. Gestione amministrativa utenti    e risorse materiali

Procedura gestione amministrativa utenti e risorse materiali

  1. Gestione approvvigionamento

Procedura approvvigionamento

  1. Gestione flussi informativi

Procedura gestione flussi informativi

  1. Promozione successo formativo

Procedura orientamento e promozione successo formativo

  • Istruzione azioni per l’inclusione
  • Istruzione orientamento in uscita
  1. Gestione attività didattica:
  • Progettazione 
  • Gestione attività integrative
  • Gestione viaggi di istruzione
  • Gestione viaggi di stutio e integrazione culturale

Procedura gestione attività didattica

  • Istruzione attività del dipartimento di disciplina
  • Istruzione attivitá consiglio di classe
  • Istruzioni attività del singolo docente
  • Istruzione progettazione
  • Istruzione gestione attività integrative e di indirizzo delle scienze umane
  • Istruzione viaggi di istruzione
  • Istruzione gestione viaggi di studio e integrazione culturale

La numerazione che identifica i documenti è discontinua in quanto, al momento, continua a fare riferimento a quella assegnata ai processi nel Sistema Gestione Qualità.

Le procedure, le istruzioni (che ne dettagliano alcuni aspetti) e la modulistica relative ai processi sono disponibili nella sezione “MODULISTICA” di questo sito.

Per agevolare l’utilizzo la sezione è divisa in due sottosezioni, “AMMINISTRATIVA” e “DIDATTICA”.

La gestione del sistema organizzativo dell’Istituto (rilevazione di disfunzionalità e/o proposte di miglioramento, conseguenti interventi migliorativi con il coinvolgimento delle funzioni competenti, aggiornamento della documentazione esistente) è affidata ad uno dei collaboratori del dirigente, con specifica delega.